La Yalta del Medio Oriente Stampa
Scritto da noreporter   
Domenica 03 Novembre 2019 00:39


Il sostegno americano e israeliano all'Iran

Il 3 novembre 1986 la rivista libanese Ash-Shiraa fa scoppiare il caso Irangate. Si scopre che gli americani hanno armato e continuano ad armare gli iraniani contro l'Iraq di Saddam Hussein. Nei piani Usa non c'è solo il petrolio ma anche lo scardinamento di tutti i regimi socialnazionali, dei quali il più significativo è proprio l'iracheno. I servizi americani, israeliani e inglesi stanno ormai giocando la carta del fondamentalismo religioso per realizzare la strategia della tensione nei paesi arabi. Tra queste potenze e l'Iran c'è un'intesa oggettiva che si manifesta anche nel fatto che, mediante una triangolazione di sigle, è l'Iran il primo fornitore di Petrolio a Tel Aviv attraverso uno scalo a Rotterdam. L'intesa perfetta tra queste potenze si registra appunto nell'avversione all'Iraq, che poi destabilizzeranno insieme, e nelle manovre in Palestina.
Nella logica di "unità e scissione dell'imperialismo" le divergenze politico-strategiche emergeranno invece in Siria e Libano.