La strage di Palazzo d'Accursio Stampa
Scritto da noreporter   
Giovedì 21 Novembre 2019 00:09


E l'assassinio di Giulio Giordani

Il 21 novembre 1920 per festeggiare la vittoria elettorale a Bologna, durante l'inaugurazione della giunta comunale, i socialcomunisti si armavano di tutto punto temendo un assalto fascista. Non riconoscendosi tra loro si ammazzarono a bombe a mano e pistolettate (dieci morti e cinquantasei feriti). Intanto un assassino sparava sui consiglieri dell'opposizione ferendo Cesare Colliva e Bruno Biagi ed assassinando il reduce e mutilato di guerra Giulio Giordani (nella foto).