Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Settembre 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
282930    

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Francesco Mangiameli PDF Stampa E-mail
Scritto da noreporter   
Giovedì 10 Settembre 2020 00:53


Presente!

Il 10 settembre 1980 veniva ritrovato in un laghetto della pineta di Ostia, Roma, il corpo di Francesco Mangiameli, assassinato da fuoco che credeva amico.
Gli uccisori di Francesco non hanno mai saputo spiegare la ragione del suo omicidio, tirando in ballo di volta in volta un pretesto differente che poi, rivelatosi infondato, veniva a cadere. Poiché l'agente della Nato Amos Spiazzi aveva rilasciato un'intervista a un settimanale italiano nella quale, oltre ad indirizzare le indagini della strage di Bologna contro Terza Posizione, citava un certo "Ciccio" che intendeva coordinare la lotta armata, per gli inquirenti si sarebbe trattato di una condanna a morte espressa in codice, eseguita poi da chi lo uccise. Sulla base di queste illazioni, due degli assassini di Francesco, noto anche come Ciccio, ovvero Giusva Fioravanti e Francesca Mambro, vennero inchiodati anche per la strage perché l'accusa dedusse speciosamente che era stato eliminato perché al corrente del loro delitto.
Da allora non si sono mai chiarite le ragioni di quell'omicidio odioso e talmente imbarazzante e sporco che tutta un'area si ostina a dimenticarlo, per non essere costretta ad abbassare lo sguardo.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.