Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Ottobre 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
La Mattel spiana la strada alla Jihad PDF Stampa E-mail
Scritto da ilgiornale.it   
Mercoledì 25 Novembre 2015 00:26


Come ti rendo un popolo incapace di avere le palle

"È così grintosa!" recita il bambino nell'ultimo spot della Barbie. Già, un bambino. Per la prima volta nella storia della bambola più famosa del mondo infatti, nella pubblicità per l'edizione limitata della Moschino Barbie, c'è anche un bambino.
E non è solo una comparsa, magari in una scena dove ci sono altre bambine, è proprio un protagonista dello spot che, insieme alle sue amichette (che compaiono in video vestite e truccate come delle cresciute teenager), gioca con le bambole e gli accessori.
La bambola, venduta con otto indispensabili accessori come un cellulare, una collana, le buste per lo shopping, un cappellino ed una t-shirt, è stata lanciata in un'edizione limitata di soli 700 modelli, andati a ruba. La Moschino Barbie infatti, ha facilmente registrato il tutto esaurito e ora è reperibile solo su eBay.
Nel video il bambino gioca con la Barbie.
Squilla lo smartphone, lui risponde e passa il cellulare alla bambola. La Mattel, casa produttrice del giocattolo icona per le bambine, così sembra essere entrata a gamba tesa nel recente dibattito sulla neutralità di genere nel mondo dei giochi.
La domanda che in molti ormai si pongono è se i bambini e le bambine preferiscono davvero i giocattoli più affini al loro genere sessuale o se sono condizionati solo per convenzioni storiche e sociali degli adulti, ma la Mattel pare avere la risposta.

 

 

 

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.