Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Giugno 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Pena supplementare PDF Stampa E-mail
Scritto da huffingtonpost.it   
Giovedì 04 Aprile 2019 00:27


E con un'alta percentuale di stranieri

L'Italia è agli ultimi posti in Europa per quanto riguarda il sovraffollamento delle carceri. Secondo il rapporto "Space" (Statistiche Penali Annuali del Consiglio d'Europa) del Consiglio d'Europa il Paese è tra i peggiori del continente, prima soltanto di Macedonia del Nord, Romania e Francia. In proporzione è stato constatato l'elevato tasso di stranieri (seconda in assoluto in Europa), di detenuti in attesa di giudizio o condannati per reati legati alla droga e una spesa di oltre 2,7 miliardi di euro.
Stando al rapporto del Consiglio d'Europa sono 12 i paesi con più di 100 detenuti per ogni 100 posti disponibili (dati aggiornati al 31 gennaio del 2018): Macedonia del Nord (122,3), Romania (120,5), Francia (116,3), Italia (115), Moldavia (113,4), Serbia (109,2), Portogallo (105,9), Repubblica ceca (105,5), Grecia (101), Austria (100), Slovenia (100.5) e Danimarca (100,5). In media, in Europa, ci sono 91,4 detenuti per ogni 100 posti disponibili. La media europea è di 91,4 detenuti per ogni 100 posti disponibili.
Secondo il rapporto, l'Italia è al secondo posto per numero assoluto di detenuti stranieri: al 31 gennaio 2018 erano 19.818 contro i 24.483 della Germania. La Spagna (16.581), la Francia (15.391) e il Regno Unito (9.340 per Inghilterra e Galles) registrano numeri più bassi.
Per quanto riguarda le evasioni, il maggior numero nel 2017 è stato registrato in Francia (611), seguita da Germania (394), Svizzera (176), Svezia (136) e Italia (130).
Nel 2017 l'Italia era terza per le spese d'amministrazione: 2,7 miliardi, dietro i 3,9 della Russia (prima) e dalla Germania (3,1 miliardi), allo stesso livello della Francia. Il 31,1% dell'intera popolazione carceraria italiana è detenuta per reati legati alla droga, contro una media europea del 16,8%. Infine, l'Italia ha una percentuale particolarmente alta di detenuti in attesa di giudizio, con il 34,5% della popolazione carceraria contro il 22,4% della media europea.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.