Imprese e intelligenza artificiale Stampa
Scritto da ansa   
Lunedì 30 Settembre 2019 00:09


Le nuove illusioni

L'intelligenza artificiale può aprire porte nuove alle imprese italiane, in alcuni casi la sua applicazione può portare risparmi e "incrementi di produttività fino all'80%". Per permettere alle aziende di valutare la propria maturità nell'adozione di questa nuova tecnologia c'è uno strumento gratuito nato dalla collaborazione tra Google e la School of Management del Politecnico di Milano. Si chiama Machine Learning Checkup, ed è una sorta di consulente virtuale a cui le Pmi possono chiedere assistenza online compilando un questionario. E possono anche accedere alla consulenza dedicata di Unioncamere - attraverso i Punti Impresa Digitale delle Camere di Commercio sul territorio - e agli incentivi del Ministero dello Sviluppo Economico.

Una ricerca della School of Management del Politecnico di Milano ha individuato i settori a maggiore potenziale di adozione dell'Intelligenza Artificiale in Italia: agroalimentare, tessile, arredamento, metal-siderurgico e metalmeccanico. Per questi settori ci sono 65 applicazioni e 230 diverse possibilità applicative di questa tecnologia. Sono concentrate principalmente sulle aree di analisi predittiva e riconoscimento delle immagini e dei suoni. Per alcune applicazioni, come l'agricoltura di precisione, la ricerca ha evidenziato come esistano potenzialità di risparmio fino all'80% nei costi e nell'utilizzo dei fattori produttivi. Il Machine Learning Checkup è disponibile sul sito www.leconomiadellintelligenza.it.

Da anni siamo impegnati in progetti di alfabetizzazione digitale e approfondimento delle competenze necessarie per trovare un lavoro o potenziare la propria attività grazie a Internet: con il Machine Learning Checkup facciamo un ulteriore passo in questa direzione", spiega Fabio Vaccarono, Managing Director Italia di Google all'evento a Roma 'L'economia dell'Intelligenza. Machine Learning il futuro delle imprese. "C'è un ventaglio ampio di possibilità applicative di questa tecnologia per le nostre Pmi, aiutando così il nostro sistema industriale a valorizzare le proprie eccellenze, a superare debolezze strutturali e a riposizionarsi per non perdere competitività", aggiunge Lucio Lamberti, docente della School of Management del Politecnico di Milano e responsabile scientifico della ricerca. Per Giuseppe Tripoli, Segretario generale di Unioncamere, "questa iniziativa permetterà a tanti imprenditori di accedere con facilità ai servizi delle Camere di commercio per la digitalizzazione".

All'evento hanno partecipato due aziende italiane, Agrintesa e Saccheria Franceschetti, che "rappresentano un esempio di adozione matura dell'Intelligenza artificiale" nel nostro paese.