Accedi



Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Aprile 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Il cuoco della Muti PDF Stampa E-mail
Scritto da Giacinto Reale   
Mercoledì 19 Ottobre 2016 00:29


Bruno Lonati, “Quel 28 aprile. Mussolini e Claretta: la verità”, Milano 1994

«Nella scuola di viale Lombardia, erano arrivati intanto due funzionari del Partito Comunista, con il compito di aiutare ad esaminare e giudicare i fascisti arrestati. Erano spietati, ed era quasi impossibile opporsi alle loro decisioni… Alle 14, un gruppo di esagitati portò da me un Sergente della “Muti”. Era alto, corpulento, di circa quarantacinque anni, portava una barbetta e aveva un aspetto fiero. Non mostrava paura. Disse subito: “Mi rendo conto di avere poco da vivere. Ma alla “Muti” ero Sergente di cucina. Non ho mai impugnato un’arma”.

Proseguì: “Riconosco, però, di essere sempre stato un fascista, e lo sono tuttora”.
Non l’avesse mai pronunciata, quest’ultima frase. La gente attorno a noi era aumentata, e aveva udito tutto: “A morte subito !” fu il grido che si levò.
Me lo strapparono davanti, e venne condotto fuori.
Fece pochi passi, malmenato da tutti…
Sentii l’uomo che gridava: “Se volete fucilarmi, fatelo subito qui, non portatemi in piazza”.
Il furore della folla era tale, che fu subito esaudito.
Si appoggiò al muro, si aprì la camicia, e gridò: “Sparate qui!”.
Una scarica di mitra lo stese al suolo.
Non avevo mai visto un uomo morire con tanta dignità e tanto coraggio».

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.