Accedi



Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Marzo 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Piccoli yaltisti crescono PDF Stampa E-mail
Scritto da ansa   
Domenica 15 Gennaio 2017 00:48


Le sanzioni? Le toglierà più tardi

Devono avergli spiegato che sfavoriscono noi europei ma che hanno implementato notevolmente l'export americano in Russia

Donald Trump è pronto a eliminare le sanzioni verso la Russia, a partire dalle ultime varate dall'amministrazione Obama a dicembre, se Mosca si dimostrerà collaborativa: lo ha detto lo stesso presidente eletto degli Stati Uniti in un'intervista al Wall Street Journal, spiegando comunque come intenda mantenere intatte le sanzioni "almeno per un periodo di tempo". Trump si è detto anche pronto a incontrare Vladimir Putin dopo il giuramento del 20 gennaio.
Senato indagherà su eventuali legami Russia - Il Senato americano avvierà un'indagine per verificare l'esistenza di presunti legami tra la Russia e persone associate alle campagne politiche per le presidenziali. Ad indagare sarà la commissione intelligence, nell'ambito di un'inchiesta più ampia volta ad appurare eventuali interferenze di Mosca sul voto dello scorso novembre. La decisione nasce dalla necessita' di fare chiarezza soprattutto sui sospetti contatti tra il Cremlino e uomini dell'entourage del presidente eletto Donald Trump.
Siria: Wp, Mosca chiama Trump al tavolo dei negoziati - La Russia ha invitato l'amministrazione Trump a unirsi ai negoziati di pace sulla Siria che Mosca vuole avviare con Turchia e Iran. Lo rivela il Washington Post citando fonti del transition team del presidente eletto. L'invito sarebbe arrivato nel corso di una telefonata del 28 dicembre tra Michael Flynn, nominato da Trump consigliere per la sicurezza nazionale, e l'ambasciatore russo a Washington Sergei Kislak.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.