Accedi



Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Maggio 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
222324252627
293031    

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Gioite gente! PDF Stampa E-mail
Scritto da rischiocalcolato.it   
Venerdì 03 Febbraio 2017 01:13


Mentre ci ammazza

Giustamente le parole di Peter Navarro, capo dei consiglieri economici di Donald Trump sono sulle prime pagine dei giornali economici europei meglio leggerle alla lettera prima:
“Lo squilibrio strutturale degli scambi che la Germania ha con il resto dell’Ue e con gli Usa riflette l’eterogeneità economica dell’Ue. Quindi – ha detto Navarro – questo è un accordo multilaterale mascherato da bilaterale. Un grande ostacolo dal considerare il Ttip come multilaterale è la Germania, che continua a sfruttare gli altri paesi dell’Ue, così come gli Usa, con quello che è un marco tedesco implicito fortemente sottovalutato”
In questa dichiarazione ci sono quattro cose:
Una menzogna: la Germania NON ha uno uno squilibrio strutturale degli scambi con l’Unione Europea, lo ha con il resto del mondo perché come l’Italia è un paese esportatore.
Uno scopo: ottenere l’opportunità di fare negoziati bilaterali con ciascun paese europeo senza che l’Unione Europea possa intervenire nel suo complesso.
Una ovvietà: l’Unione Europea è eterogenea a livello macro e micro economico ma ha la stessa moneta, la Germania è il paese che si è adattato meglio a questa situazione.
Una accusa: “la Germania, che continua a sfruttare gli altri paesi dell’Ue, così come gli Usa” state attenti alle parole, un americano accusa direttamente un paese dell’Ue di “sfruttare” gli altri paesi e (i poveri) americani. Scusate ma…. seriamente?
Ovviamente il dibattito degli ItaloPitechi in giusta e legittima fase di estinzione si divide immediatamente fra gli accusatori della Germania e i difensori dell’Euro.
Non una parola sulla estrema gravità e il pericolo mortale per l’economia Europea e dei paesi esportatori (tipo gli ItaloPitechi) dell’amministrazione Trump la quale in una settimana:
Manda a dire attraverso il probabile ambasciatore USA in Europa che l’Euro va shortato perché fra 18 mesi forse non esisterà più
Accusa un singolo paese dell’Unione Europea, la Germania, in modo da fare pressione e dare forza ai movimenti politici che vogliono il ritorno degli Stati Nazionali e lo sfascio dell’Euro con argomenti che sono in palese malafede.
Toglietevi subito dalla testa una Idea: Donald Trump e la sua amministrazione non accusano la Germania per favorire l’Italia. Al contrario l’america vuole mano libera per trattare con paesi più deboli e ottenere minore deficit commerciale senza incorrere in sanzioni in quello che è e rimane il mercato più ricco del mondo: l’Unione Europea.
E, per inciso, dopo la Germania c’è l’Italia fra i paesi con un surplus commerciale enorme con gli Usa.
Il punto qui è che di fronte a politiche protezionistiche ancora più forti di quelle che l’America già applica e di fronte ad una legittima politica di Trump di volere chiudere il deficit commerciale americano specie con Cina e Europa (no non solo Germania, razza di idioti), è necessario come mai prima di oggi che ci sia una reazione comune per controbilanciare il nuovo ordine voluto dalla prima potenza militare e finanziaria del mondo. Perché è vero che gli Stati Uniti hanno un deficit commerciale e tuttavia godono dell’enorme privilegio di vedere la propria valuta e il proprio enorme debito complessivo essere considerati sicurissimi e affidabili a prescindere da quanto ce ne sia in giro.
Ciò che vuole Trump è ottenere meno deficit commerciale e mantenere l’egemonia finanziaria (vedremo se anche quella militare) degli Stati Uniti. E da negoziatore per ottenere questo notevole risultato sa che un colosso come l’Unione Europea non lo permetterebbe mai.
Poi ragazzi miei se volete credere a fate e unicorni, accomodatevi. Trump è solo il meno peggio rispetto a Hillary Clinton, per il resto è solo un altro americano.
p.s. è in questi momenti che sono assolutamente sicuro della scelta di vita che ho fatto.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.