Accedi



Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Agosto 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Non c'è più la Disney di una volta PDF Stampa E-mail
Scritto da corriere.it   
Giovedì 16 Febbraio 2017 00:12


Quando Walt fu l'unico che accolse Leni Riefensthal

La Disney ha interrotto tutti i rapporti di collaborazione con la webstar svedese PewDiePie per la pubblicazione su YouTube di video contenenti battute antisemite. Secondo quanto riferito dalla Bbc, la decisione della Maker Studios (sussidiaria di Disney), che mai prima di oggi era intervenuta nei contenuti pubblicati da PewDiePie, il cui vero nome è Felix Kjellberg, è stata presa in seguito ai «contenuti inappropriati».
I video contestati
«Anche se Felix si è costruito un seguito per i suoi video provocanti e irriverenti, questa volta si è spinto decisamente oltre», ha spiegato un portavoce. In un video pubblicato a gennaio e poi cancellato, il più famoso youtuber al mondo (53 milioni di iscritti) ha pagato due uomini indiani tramite un sito di freelancer, per cantare mostrando nelle mani un cartello con la scritta «morte a tutti gli ebrei». In altri video pubblicati dalla web star è apparso un fan che disegnava una svastica o è stato intonato l’inno ufficiale del partito Nazionalsocialista tedesco.


 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.