Accedi



Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Marzo 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Giochiamo al dottore? PDF Stampa E-mail
Scritto da repubblica.it   
Martedì 28 Febbraio 2017 00:16


Ma vigeva la formula "soddisfatte o rimborsate?"

Con la scusa di utilizzare una nuova terapia costringeva le proprie pazienti a subire violenza sessuale per procurare loro dei 'terapeutici' orgasmi. Per questo motivo Franco Lumachi, 64 anni, medico dell'Unità di Endocrinochirurgia e Senologia dell'Azienda ospedaliera di Padova e professore associato alla facoltà di Medicina era stato accusato di violenza sessuale continuata sulle sue pazienti.
La Corte di Cassazione ha confermato  la condanna a quattro anni e due mesi di carcere, una pena ridotta di un mese rispetto a quella stabilita dalla Corte di Appello di Venezia nel novembre del 2015 ma solamente perché i giudici romani hanno sanato un errore di calcolo commesso dai colleghi veneti.
La vicenda è emersa nel 2006, quando venuta a conoscenza di queste pratiche la direzione sanitaria dell'Azienda ospedaliera aveva segnalato la cosa alla Procura di Padova. A far scattare l'indagine era stata la segnalazione di una paziente 25enne che aveva raccontato di questi "orgasmi meccanici, moderne tecniche usate in ambiente universitario a Milano" che l'avevano lasciata interdetta. L'intervento del medico - secondo l'indagine - avveniva in un ambiente con luci soffuse e con le pazienti che durante le visite intramoenia subivano le molestie.



 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.