Accedi



Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Maggio 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
222324252627
293031    

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
L'hai voluto il Kosovo? PDF Stampa E-mail
Scritto da perseonews.it   
Lunedì 03 Aprile 2017 00:22


E mò beccate questa

“Tutta l’area balcanica e quindi anche il Kosovo desta grande preoccupazione, in quanto il seme dell’integralismo è stato largamente diffuso da molti anni in quelle zone e ora se ne colgono purtroppo i primi frutti avvelenati”.
È quanto sottolinea all’AdnKronos il generale Leonardo Tricarico, già capo di stato maggiore dell’Aeronautica militare e presidente della fondazione Icsa, Intelligence culture and strategic analysis, a proposito dell’azione antiterrorismo che ha portato a Venezia alla scoperta di una cellula interamente composta da kosovari.
“Bisognerà fare molta attenzione - avverte Tricarico - e porre in essere tutti i provvedimenti possibili. Per fortuna, si può sfruttare il fatto che, diversamente da tante regioni in Medio Oriente, nei Balcani non ci sono Stati falliti ma le entità istituzionali sono tutte in piedi. E inoltre, ci sono ancora nostre forze militari presenti sul territorio e ad esse si può fare riferimento per un’attività di controllo, di prevenzione e di repressione”.
Per il presidente dell’Icsa, “quello suonato a Venezia è un campanello d’allarme soprattutto per chi si fosse ultimamente un po’ distratto, perché - spiega Tricarico - che l’area balcanica debba destare preoccupazione gli esperti lo sanno da tempo. La situazione è critica e occorre mantenere sempre la guardia alta”. Quanto in particolare al Kosovo, “la ferita nei rapporti tra Serbia e Albania resta ancora aperta: la Nato sta vigilando con grande attenzione”.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.