Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Dicembre 2022  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Il problema sono gli speculatori PDF Stampa E-mail
Scritto da repubblica.it   
Giovedì 06 Ottobre 2022 00:32


Né guerra né sanzioni mettono a rischio il nostro gas

L'Italia non è in emergenza per quanto riguarda le quantità di gas a disposizione, tanto da esportarlo. E' attiva nel delineare una proposta da portare sul tavolo europeo per andare avanti negli interventi di riduzione del prezzo del gas, incluso il tetto che finora è stato ostacolato dai veti incrociati delle cancellerie a Bruxelles. E ha convocato l'ambasciatore Sergey Razov alla Farnesina, per fare chiarezza sui sabotaggi al gasdotto Nord Stream nel mar Baltico. Una iniziativa, ha fatto sapere la Farnesina stessa, coordinata in ambito Ue.

Il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, a Mezz'ora in più di Lucia Annuziata su Rai3 ha spiegato che "l'argomento all'ordine del giorno in questo momento è chiarire la situazione dei sabotaggi" del Nord Stream, in merito aella convocazione dell'ambasciatore russo Razov alla Farnesina. "Si partirà sicuramente dal sabotaggio del Nord Stream, si farà un punto sulla guerra. Si sta parlando di un'escalation antistorica", ha aggiunto riferendosi alle minacce atomiche, quindi "ben venga qualsiasi tentativo diplomatico costruttivo". "Speriamo che prevalga il buon senso", ha concluso.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.