Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Ottobre 2021  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Carta vince carta perde PDF Stampa E-mail
Scritto da tgcom24   
Giovedì 27 Maggio 2021 00:02


Basta saperci fare


Non ha mai vissuto in Italia, ci è arrivato il giorno prima di presentare la pratica per la richiesta di cittadinanza e dopo aver ottenuto la tessera su cui lo Stato carica il budget del reddito mensile è ripartito per tornare in Romania: operazione furbetti riuscita, in 24 ore.  L'uomo, un romeno di 29 anni, da metà 2020 ha percepito il sussidio senza averne diritto: la falsa dichiarazione gli è costata una denuncia e ora dovrà restituire i soldi ricevuti senza diritto.  
La sua tessera l’aveva tenuta un complice, residente in provincia di Vercelli con il compito di poter ritirare i soldi. A raccontarlo è il Corriere di Torino. Ora resta da capire se il 29enne romeno facesse recapitare i soldi su un conto all’estero o se del reddito di cittadinanza beneficiasse in realtà qualcuno che non lo aveva richiesto ma che tramite la tessera poteva ritirare tutti i mesi il denaro.
Questo è solo uno dei cento casi (su tremila richieste) scoperti dai carabinieri di Vercelli:  stando agli accertamenti, ad oggi questi furbetti hanno causato allo Stato un danno complessivo di oltre 400mila euro, somme che l’Inps, bloccata immediatamente l’erogazione dell’emolumento, avrà il compito di recuperare.

 

 

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.