Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Ottobre 2022  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Nucleare verde PDF Stampa E-mail
Scritto da tgcom24   
Lunedì 07 Febbraio 2022 00:22


L'Europa che deve disegnare il proprio futuro malgrado i suoi luoghi comuni

Gas e nucleare sono fonti energetiche utili alla transizione ecologica dell'Ue e possono avere, a determinate condizioni, l'etichetta Ue per gli investimenti verdi. Lo ha deciso la Commissione europea con l'adozione del relativo atto delegato. Come annunciato, il provvedimento è stato varato con modifiche marginali rispetto alla bozza del 31 dicembre scorso e ora dovrà essere esaminato da Consiglio e Parlamento.
"Gli Stati membri restano pienamente responsabili delle proprie strategie energetiche". La tassonomia "non rende obbligatori investimenti in alcuni settori" ne' "proibisce certi investimenti". "Un punto da ricordare è che resta uno strumento volontario", ha affermato il commissario Mairead McGuinness, parlando dell'atto delegato della Commissione sulla tassonomia.
Nucleare, Ue: tecnologia si evolve, tassonomia documento vivente - Sulla questione delle scorie "vogliamo anche sottolineare che vi è una clausola di revisione, perché questo è un documento vivente: ogni tre anni dovremo esaminare i criteri quando parliamo della migliore tecnologia disponibile che è probabile che si evolva nel tempo quando si tratta di rifiuti", ha precisato McGuinness. "Ho visitato la Finlandia e ho visto il lavoro in corso li'", ha illustrato la commissaria, aggiungendo che al di la' della tassonomia "è necessario che l'industria nucleare affronti la questione dell'1% dei rifiuti, che è altamente problematica".
Berlino: restiamo contrari al nucleare - La Germania continua a dirsi contraria al nucleare. Il portavoce del cancelliere Olaf Scholz, Steffen Hebestreit, rispondendo a una domanda sulla decisione di Bruxelles sulla tassonomia, ha spiegato: "Ci sono quattro mesi di tempo. Valuteremo la posizione della Commissione e poi, dopo un confronto nella coalizione, decideremo come comportarci. La posizione del governo tedesco, che è contrario a classificare l'energia nucleare eco-sostenibile, non è cambiata".

 

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.