Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Agosto 2022  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
La partita che catturerà la nostra attenzione PDF Stampa E-mail
Scritto da tgcom24   
Lunedì 11 Ottobre 2021 00:06


E che si tenderà a enfatizzare

Quella di Taiwan è "una questione interna alla Cina e non ammette interferenze esterne". Così il presidente cinese, Xi Jinping, torna sul problema dopo le tensioni degli ultimi giorni, sottolineando che "chiunque voglia tradire e separare il Paese sarà giudicato dalla storia e non farà una buona fine". E, in ogni caso, "la riunificazione completa del nostro Paese ci sarà e potrà essere realizzata".
La soluzione della "questione di Taiwan" è determinata, secondo il presidente, "dalla tendenza generale della storia cinese, ma, cosa più importante, è la volontà comune di tutto il popolo cinese. La riunificazione nazionale con mezzi pacifici serve al meglio gli interessi della nazione cinese nel suo insieme, compresi i connazionali di Taiwan".
Secondo Xi, "i compatrioti su entrambi i lati dello Stretto di Taiwan dovrebbero stare dalla parte giusta della storia e unire le mani per ottenere la completa riunificazione della Cina e il ringiovanimento della nazione cinese", ma coloro che dimenticano la loro eredità, "tradiscono la loro madrepatria e cercano di dividere il paese, non faranno una buona fine": saranno disprezzati dalla gente e condannati dalla storia.
"Nessuno - ha messo in guardia - dovrebbe sottovalutare la determinazione, la volontà e la capacità del popolo cinese nel salvaguardare la sovranità e l'integrità territoriale".
Ad ogni modo, ha chiarito, l'aggressività e il desiderio di egemonia "non sono nel sangue del popolo cinese: la Cina rimarrà un campione della pace mondiale e un contributore dello sviluppo globale". E gli ultimi 110 anni, tanti ne sono passati dalla rivoluzione del 1911, "ci hanno mostrato che per realizzare il ringiovanimento nazionale il popolo cinese e la nazione devono restare uniti nei momenti buoni e cattivi e fare affidamento
sulla nostra forte unità per superare tutti i rischi e le sfide sulla strada da percorrere".
E in questo viaggio, ha osservato Xi, "dobbiamo promuovere pienamente il patriottismo, un forte senso di dignità nazionale e la fiducia
tra il nostro popolo, rafforzando il senso di comunità della nazione cinese". Per realizzare il ringiovanimento nazionale, "abbiamo bisogno non solo di un ambiente domestico stabile e unito, ma anche di un ambiente internazionale pacifico e stabile": per questo "promuoveremo i valori umani condivisi di pace, sviluppo, equità, giustizia, democrazia e libertà, lavoreremo per rafforzare la solidarietà con i popoli di tutti gli altri Paesi e ci impegneremo in sforzi comuni per contrastare l'egemonia e la politica di potere".

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.