Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Maggio 2021  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Governo di cialtroni PDF Stampa E-mail
Scritto da huffingtonpost.it   
Lunedì 17 Agosto 2020 00:22


Blocca come a rischio tutte le destinazioni economiche nella speranza di rastrellare dalla spesa vacanziera

In Croazia è boom di disdette per i turisti italiani. Nelle scorse ore il nostro Paese ha imposto il tampone per chi rientra dalla Croazia e gli operatori turistici locali iniziano a segnalare cancellazioni di prenotazioni, esprimendo preoccupazione per gli italiani già in vacanza sulla costa adriatica croata. “Già ieri abbiamo ricevuto molte cancellazioni”, ha detto alla stampa croata Massimo Piutti, manager di un campeggio in Istria.
“Siamo intasati da telefonate di turisti italiani che si lamentano per questa decisione, ma continuano a mostrare interesse per venire in Croazia”, racconta da parte sua Viviana Vukelic, direttrice dell’Ufficio dell’Ente nazionale croato per il Turismo in Italia, con sede a Milano. Il capo della Protezione civile in Istria, Dino Kozlovec, dice di “essere dispiaciuto per la decisione dell’Italia perché complicherà molto la vita ai turisti italiani già in Croazia”, oltre ad avere ripercussioni negative sul turismo croato.
Secondo i dati ufficiali, ad oggi sono 46 mila gli italiani in vacanza in Croazia, la maggior parte, poco più di trenta mila, in Istria e sul Carnaro, nel nord adriatico, dove comunque in questo momento non ci sono nuovi focolai e la situazione epidemiologica è sotto controllo con in totale otto contagi nelle ultime 24 ore, incluso un turista ceco. La maggioranza dei nuovi casi positivi, che ieri erano stati 180 in tutto il Paese, riguarda la Dalmazia e la capitale Zagabria.


 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.