Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Dicembre 2022  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Mar dei coralli PDF Stampa E-mail
Scritto da ansa   
Giovedì 26 Agosto 2021 00:25

Scoperto il corallo più imponente della Grande barriera corallina in Australia: simile a una cupola, è largo 10 metri e alto 5 e in oltre quattro secoli di vita ha superato ogni genere di minaccia, dai cicloni all’invasione di specie aliene, dalle attività umane fino al riscaldamento globale. Identificato al largo dell’Isola di Orfeo (Goolboodi) da un gruppo di sommozzatori impegnati in un progetto di ricerca partecipata dai cittadini (‘citizen science’), è stato ribattezzato Muga dhambi, che significa ‘grande corallo’. Il suo studio, pubblicato sulla rivista Scientific Reports, potrà migliorare la conoscenza e la salvaguardia dei coralli, vere e proprie case-rifugio della biodiversità marina costruite in carbonato di calcio da migliaia di piccoli polipi.
Muga dhambi appartiene al genere Porites e, secondo le rilevazioni fatte dai sub lo scorso marzo, è il corallo più largo e il sesto più alto della Grande barriera corallina. La sua formazione sarebbe cominciata tra i 421 e i 438 anni fa, dunque prima dell’arrivo dei primi esploratori europei in Australia.
I ricercatori garantiscono che Muga dhambi gode di ottima salute: non presenta segni di sbiancamento o malattie e risulta essere ancora popolato al 70% da coralli vivi, concentrati soprattutto lungo i fianchi della colonia. Sulla sommità della cupola, invece, si stanno facendo largo altri organismi marini, come la spugna Cliona viridis e le alghe verdi.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.