Il Gruppo 12 marzo Stampa
Scritto da noreporter   
Venerdì 12 Marzo 2021 00:28


In anticipo sui tempi

Il Gruppo 12 marzo, o più esattamente le Groupe 12 mars, fu un tentativo di far funzionare insieme delle avanguardie europee. Non ebbe il fragoroso potenziale di Jeune Europe di Jean Thiriart, ma, sulla direttrice Parigi - Bruxelles, nel biennio 1987-89, ovvero prima che funzionassero le istituzioni europee che avrebbero avuto il merito di coordinare le forze radicali di diversi paesi, funse da laboratorio e da prototipo.
Ideato dal francese di orgine greca Jean-Gilles Malliarakis, ebbe tra i suoi principali esponenti il belga Daniel Gilsson, già militante di Thiriart e fedelissmo di Léon Degrelle, e lo spagnolo Carlos Ruiz de Castro, scomparso prematuramente pochi anni più tardi.
Tra gli italiani Gabriele Adinolfi, Walter Spedicato, Roberto Salvarani.
Trai contributi intellettuali spiccano quelli di Robert Steuckers.
Quel primo esperimento è stato ripreso in qualche modo, quasi trent'anni dopo, dai Lanzichenecchi d'Europa, da EurHope e dall'Accademia Europa.