La Comune di Parigi Stampa
Scritto da noreporter   
Giovedì 18 Marzo 2021 00:35


Compie centocinquant'anni

 

Il 18 marzo 1871, durante la capitolazione francese nella guerra conrot la Prussia, e con i soldati prussiani alle porte di Parigi, la città insorse. I ceti popolari, non solo operai, fondarono la Comune di Parigi. Divampò la guerra civile che la borghesia progressista portò a compimento grazie alle truppe versagliesi e alla sanguinosa repressione ordinata da Thiers. Da quella Comune, sostenuta dalla sinistra internazionale, si è afferato lo stesso nome di comunismo che in precedenza era affiorato nel Manifesto di nicchia di Marx ed Engels. Ma la realtà storica era ben più complessa.
Esistevano un'ala sociale monarchica - che meno di vent'anni più tardi produrrà delle fusioni con l'ultrasinistra - e varie forme di socialismo romantico o nazionale, senza contare l'egalitarismo sociale bonapartista. Lo storico israeliano Zeev Sternhel giungerà al punto di considerare la Comune di Parigi come una progenitrice dello stesso fascismo. La tesi è ardita, ma non del tutto infondata, In ogni caso la cosiddetta destra rivoluzionaria, in Francia, proviene in buona misura proprio da quell'avventura.

Ultimo aggiornamento Giovedì 18 Marzo 2021 09:29