Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Agosto 2022  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Misero tutto a tacere PDF Stampa E-mail
Scritto da noreporter   
Giovedì 04 Agosto 2022 01:21


48 anni fa la strage dell'Italicus

Attribuita, ovviamente ai fascisti. Eppure gli indizi che conducevano a un certo mondo dell'ultrasinistra legato al Pci e collegato con servizi dell'est e con quelli italiani, affiorarono da prima del massacro. La strage che aveva come possibile obiettivo Aldo Moro - inviso a russi, inglesi, americani e israeliani - ebbe anche qualche strascico come l'assassinio di Alceste Campanile (che il bizzarro Paolo Bellini oggi coinvolto nelle vicende giudiziarie della strage di Bologna, afferma con mille contraddizioni di avere ucciso personalmente, e il suicidio del professore Ennio Scolari subito prima di testimoniare per l'omicidio del ragazzo. Alcune rivelazioni avevano puntato a indagare proprio sull'ambiente dello Scolari per l'attentato dell'Italicus. Ci fu anche una telefonata che precedette la strage e ne faceva chiari accenni, opera di una collaboratrice dei servizi segreti italiani, nell'ala che cooperava con il Superclan ed era coinvolta nell'attentato di Atena in cui morì l'Angeloni, il cui nipote, CarloGiuliani, verrà ucciso nel 2001 al G8 di Genova.
I giudici sosterranno che tale collaboratrice dei servizi e del Superclan, la Aiello, fosse una mitomane...
Dopo 48 anni nessun colpevole, tutti gli indizi schiaccianti rigorosamente scartati e, ovviamente "strage fascista"...

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.