Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Febbraio 2023  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
2728     

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Agente Orange PDF Stampa E-mail
Scritto da Disinformazione.it   
Lunedì 27 Settembre 2004 01:00

La guerra del Vietnam ancora una volta compare sulle prime pagine dei quotidiani americani grazie alle elezioni presidenziali. Entrambi i candidati sono intenti ad accusarsi di servizi o disservizi forniti alla nazione in tale occasione. Un’altra storia sul Vietnam, apparsa alle cronache la scorsa settimana, ha ricevuto da parte dei media molta meno attenzione. La CNN ha riportato che un gruppo di 100 cittadini vietnamiti si sono uniti in un’azione legale nei confronti di oltre 30 industrie chimiche chiedendo un risarcimento per essere stati esposti durante la guerra ai bombardamenti di un’ erbicida impiegato come defogliante chimico e conosciuto come Agente Orange.

Questa e’ la prima volta che una tale causa legale viene avviata da parte di cittadini vietnamiti a distanza di oltre 30 anni dall’ultimo bombardamento chimico da parte degli aerei militari americani su foreste, campi dei contadini e bacini idrici in Vietnam. [ .. ]
In totale furono spruzzati sul Vietnam circa 40 milioni di litri di Agente Orange: il defogliante contiene sostanze chimiche ritenute dalla World Health Organization altamente tossiche. Una di tali tossine, una forma di diossina conosciuta come TCDD (1), e’ particolarmente mortale: 80 grammi di TCDD potrebbero uccidere l’intera popolazione di New York City se versati nelle riserve d’acqua. Recenti ricerche hanno rivelato che circa 170 kilogrammi di TCDD furono versati sul Vietnam.
Le prime segnalazioni degli effetti nocivi sulla salute derivanti dall’esposizione all’Agente Orange furono fatte dai veterani americani: furono segnalati vari tipi di cancro, seri problemi gastrointestinali e malformazioni nei bambini nati da veterani della guerra nel Vietnam. Il governo degli Stati Uniti si e’ a lungo astenuto dall’approfondire la questione, fino a quando l’ammiraglio Elmo Zumwalt, sicuro che la morte del figlio per cancro fosse dovuta alla lunga esposizione all’Agente Orange durante le missioni di pattuglia in Vietnam, ottenne l’attenzione del governo americano.

Uno studio effettuato recentemente ha collegato l’Agente Orange con quasi tutti i tipi di cancro conosciuti sugli uomini e con molte altre disfunzioni letali. I veterani che parteciparono alla guerra in Vietnam ricettevero un risarcimento di $180 milioni nel 1984.
La Croce Rossa Vietnamita ha registrato circa un milione di persone disabili a seguito della esposizione all’Agente Orange e, da alcune stime, si calcolano circa 2 milioni di persone affette da problemi di salute derivanti dalle tossine spruzzate.
Va notato come, numerosi studi condotti dal governo americano insieme ad alcune delle industrie chimiche coinvolte, abbiano portato alla conclusione che non ci siano prove di una diretta connessione tra l’Agente Orange e i problemi di salute che gli vengono attribuiti e che le componenti chimiche hanno comunque vita breve nell’ambiente.
Nuovi studi effettuati, incluso quello del Journal of Occupational and Environmental Medicine (2), riportano che le componenti chimiche come il TCDD rimangono tuttora concentrate nel terreno, e quindi nella catena alimentare, in molte parti del Vietnam.

Il capitolo finale di questa tragedia non e’ ancora stato scritto, le sofferenze dovute all’uso all’Agente Orange documentate in molti rapporti redatti da fonti indipendenti, incluse le sopra citate e molte altre, continuano e, se questi rapporti sono corretti, continueranno certamente ad essere presenti nelle vite delle prossime generazioni non ancora nate.
L’accusa non sta chiedendo un preciso ammontare economico a scopo di risarcimento: se le dichiarazioni delle vittime venissero accolte dal tribunale, tutti i beni delle 30 industrie chimiche messi insieme non sarebbero sufficienti a risarcire il danno compiuto. Ogni risarcimento avra’ un valore puramente simbolico, come riconoscimento di un grande danno compiuto, mai ammesso e da molti dimenticato.
Questo potreb

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.