Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Settembre 2021  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Multicolored Gain Matter PDF Stampa E-mail
Scritto da ilgiornale.it   
Mercoledì 21 Aprile 2021 00:27


Ricche, marxiste, anirazziste, lgbt e paracule

Sono convintamente marxiste ma amano il lusso e il denaro. È il caso delle co-fondatrici di Black Lives Matter, Patrisse Khan-Cullors e sua moglie, Janaya Khan. Come riporta un’inchiesta del New York Post, le due attiviste che si dichiarano marxiste convinte e "combattenti per la libertà", hanno acquistato una lussuosa villa con tre bagni e una dependance per gli ospiti nel quartiere di Topanga Canyon, nella parte occidentale della Contea di Los Angeles. La proprietà di 2.370 metri quadrati presenta "alti soffitti, lucernari e molte finestre" con vista sul canyon. La fattoria di Topanga Canyon, che comprende due case su un quarto di acro, è solo una delle tre case che Khan-Cullors possiede nell'area di Los Angeles, secondo i registri pubblici. Costo: 1,4 milioni di dollari. Mica male per una marxista che dice di combattere per gli oppressi e le ingiustizie sociali.

I malumori nel movimento di Black Lives Matter
E, infatti, alcuni compagni di lotta delle due attiviste di Black Lives Matter chiedono un chiarimento. Hawk Newsome, il capo di Black Lives Matter Greater New York City, ha invocato "un'indagine indipendente" chiedendo come la rete internazionale di Blm spenda i propri soldi. "Se vai in giro a definirti socialista, devi far sapere quanti dei tuoi soldi personali andranno a cause caritatevoli", ha detto. "È davvero triste perché fa dubitare della validità del movimento e trascura il fatto che sono le persone che portano in alto questo movimento." L'anno scorso, scrive sempre il New York Post, Khan-Cullors e la coniuge Janaya Khan si sono avventurate in Georgia per acquisire una quarta casa - un "ranch personalizzato" su 3,2 acri rurali a Conyers, caratterizzato da un hangar privato per aerei con un monolocale sopra di esso e pista comunitaria "pavimentata in erba" che può ospitare piccoli aeroplani. Chissà cosa direbbe Karl Marx di tutto ciò.

Investmenti a partire dal 2016
La co-fondatrice del movimento ha iniziato le le sue operazioni immobiliari a Los Angeles nel 2016: nello stesso anno, ha acquistato una casa con tre camere da letto e due bagni a Inglewood per 510.000 dollari. Ora vale quasi 800.00 dollari. E non è finita qui, perché le due "compagne", nel 2018, hanno acquistato anche una casa con quattro camere da letto a South Los Angeles, un quartiere multietnico, che Khan-Cullors ha pagato 590.000 dollari. Ma le contraddizioni non finiscono qui. Lo scorso ottobre, Patrisse Khan-Cullors ha firmato "un accordo multipiattaforma" con la multinazionale Warner Bros. per aiutare a produrre contenuti per "voci nere che sono state storicamente emarginate".

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.