Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Settembre 2022  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Non commetele atti impuli PDF Stampa E-mail
Scritto da The Indipendent   
Venerdì 08 Luglio 2022 00:40


Il modello cinese: polizia anche dei costumi in nome di un moralismo totalitario

Secondo quanto raccontato dal quotidiano South China Morning Post, i ricercatori cinesi hanno sviluppato un dispositivo in grado di rilevare quando una persona sta guardando materiale pornografico «leggendo la sua mente». Secondo il giornale cinese, quest’apparecchio aiuterebbe le autorità a scoprire i pervertiti rilevando le onde cerebrali innescate dai contenuti osceni. La pornografia è illegale in Cina.
Il prototipo del dispositivo è stato realizzato «per il rilevamento di informazioni errate» ha spiegato Xu Jianjun, direttore del centro di esperimenti di ingegneria elettrica presso l'Università Jiaotong di Pechino, che ha pubblicato il lavoro sul Journal of Electronic Measurement and Instrumentation.
L’apparecchio è stato testato su 15 studenti universitari maschi che lo hanno indossato seduti davanti allo schermo di un computer: ogni volta che il cervello rilevava immagini esplicite, suonava un allarme.
Gli sviluppatori sostengono che il nuovo dispositivo può adattarsi automaticamente alle onde cerebrali di un censore umano, in grado di filtrare altri segnali che potrebbero essere provocati da emozioni o da stanchezza.
Le autorità cinesi impiegano censori professionisti, gli jian huang shi, esperti di pornografia - per controllare i social media. Di solito l'intelligenza artificiale può essere utilizzata per rilevare immagini e video espliciti, ma a volte l'algoritmo commette errori. I cervelli umani rilevano ancora i contenuti pornografici più rapidamente e con maggiore precisione di un computer.
Molti di questi periti sono donne, ma siccome il test è stato eseguito solo su uomini, i ricercatori ritengono che potrebbero esserci differenze tra i sessi. Secondo quanto riferito, la precisione della macchina è dell'80%.
Ma un ricercatore senza nome ha detto che potrebbero esserci problemi etici. «Non esiste una legge per regolamentare l'uso di questi dispositivi o proteggere i dati che hanno raccolto», ha detto una persona dell'Università di Scienza e Tecnologia della Cina a Hefei.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.