domenica 16 Giugno 2024

Attenti al Sisde.

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Avviso di garanzia a un loro uomo? Il Sisde risponde impedendo alla polizia di indagare. Segreto di Stato, dicono. Un po’ come per le stragi alle stazioni, l’esplosivo sui treni e quant’altro in Italia resta ancora avvolto nel mistero.

REGGIO CALABRIA – Il Sisde ha opposto il segreto di Stato alla perquisizione che la Polizia avrebbe dovuto effettuare nell’ ufficio di Reggio Calabria, nell’ ambito dell’ inchiesta condotta dalla Dda di Catanzaro.
E’ stato il responsabile dell’ufficio a dire no al sostituto procuratore della Repubblica di Catanzaro Luigi de Magistris.

Come è noto, ieri ci sono stati sei arresti. In carcere due ex parlamentari, Romeo e Matacena. Indagati molti politici, amministratori locali, e due deputati di An: Giuseppe Valentino, sottosegretario alla Giustizia; Angela Napoli, componente della Commissione Antimafia, che ha deciso oggi di querelare.

Fra gli indagati, anche un agente di scorta al giudice Mollace. Avrebbe passato informazioni a Francesco Gangemi, il giornalista arrestato.

Ieri è stato perquisito a lungo lo studio dell’ex parlamentare Paolo Romeo, ora in carcere. Sequestrati computer, floppy-disk, agende con numeri telefonici e molto materiale cartaceo. Ci sono anche molti dossier riguardanti magistrati. Di particolare interesse investigativo, tra il materiale sequestrato, documenti amministrativi riguardanti l’ attività del Comune e della Provincia di Reggio Calabria e della Regione.

Ultime

Francesco Cecchin

45 anni dal martirio

Potrebbe interessarti anche