martedì 27 Febbraio 2024

La Cina è assai vicina

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Cronache dalla Grecia recentemente destabilizzata

La protesta è scattata per l’entrata in vigore del nuovo contratto che affida alla ditta cinese Cosco il terminal – I lavoratori del Pireo restano in sciopero anche oggi per il sesto giorno consecutivo. A far scattare la protesta l’entrata in vigore del nuovo contratto che affida alla ditta cinese Cosco il terminal del più grande porto della Grecia e del Mediterraneo orientale.A guidare la protesta dei lavoratori è l’Omyle, il sindacato di categoria, secondo il quale la vendita dello scalo è un fatto catastrofico per l’economia del paese e per tutta la comunità locale.La protesta si sarebbe dovuta fermare ieri, ma gli esponenti del sindacato hanno prolungato lo sciopero di 48 ore e intendono proseguire fino alla vittoria. Oggi è stata fissata un’altra riunione anche per cercare di attirare sulla vicenda l’attenzione della stampa greca che fino ad ora ha mostrato totale indifferenza.Lo sciopero, che è la conseguenza di una lunga lotta dei lavoratori del settore per scongiurare la vendita del porto, rischia ora di trasformarsi in un boomerang per il nuovo governo presieduto da Giorgio Papandreou. E frutto della strategia della tensione atta a rovesciare la nuova intesa elleno-russa stabilita dal predecessore.

Ultime

Dalla spada nella roccia

alla pianura padana

Potrebbe interessarti anche