sabato 15 Giugno 2024

Tolleranza multinazionale

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Hanno rubato la loro terra, costringendoli a scappare dai luoghi dove vivevano da sempre. Si sono arricchiti sulla pelle di questi poveri contadini ed ora vogliono passare per benefattori. Decidono infatti di restituire dopo 12 anni il mal tolto sotto forma di “donazione”.

ROMABenetton offre in regalo un territorio in Argentina di 6.178 acri agli indiani Mapuche e questi, a Roma per un summit internazionale, rispondono che non si può donare ciò che appartiene a loro da sempre.
Una delegazione degli indios, in Italia per partecipare al quinto Summit Mondiale dei Premi Nobel per la Pace, ha tenuto una conferenza presso la sala stampa della Camera di Montecitorio, per far conoscere la situazione del loro popolo.

NEL 1992 L’ESPROPRIO DELLE TERRE – Dal 1992 i mapuche, espropriati dalle proprie terre dalle multinazionali in nome della globalizzazione, rivendicano il diritto ancestrale alla propria terra. In Italia sono diventati noti dopo che nel luglio scorso una famiglia mapuche, i Curinanco, venne espulsa da un terreno, in cui viveva e che coltivava. un terreno che faceva parte dell’enorme proprietà argentina degli imprenditori trevigiani Benetton.

Ultime

Almas ardiendo

Quando nascono gli eroi

Potrebbe interessarti anche