domenica 16 Giugno 2024

Dio? Sono io

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Per sfuggire alla routine quotidiana un infermiere americano ha ucciso 17 (o forse 40) persone. Soffrivano e si è preso la briga di mandarle al Creatore, non senza prima coniarsi un soprannome da super-eroe, “angelo della morte”. Ironia della sorte, ora lui potrà scegliere fra la morte o l’ergastolo.

Un infermiere americano, accusato di aver ucciso 17 pazienti negli ospedali in cui ha lavorato, ha confessato di aver procurato la morte a 23 malati “perché non voleva vederli soffrire”. Ma per gli inquirenti l’uomo è responsabile del decesso di almeno 40 persone, ricoverate nelle strutture dove l’infermiere ha lavorato tra il 1986 e il 2002.E’ stato arrestato e condannato all’ergastolo a condizione che collabori altrimenti sarà giustiziato.


Le vittime dell’uomo, Charles Cullen,sarebbero state ricoveratenei reparti per grandi ustionati di 10 strutture in Pennsylvania e nel New Jersey dove lui aveva prestato servizio. L’ “angelo della morte”, un soprannome che lo stesso Cullen siè scelto, è infermiere professionale da 16 anni. L’uomo, arrestato in dicembre, si trova davanti a un bivio: carcere a vita se deciderà di collaborare con la giustizia oppure la pena di morte.

Ultime

Francesco Cecchin

45 anni dal martirio

Potrebbe interessarti anche