domenica 21 Luglio 2024

Anatomia di un falso

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Russia – Morto soldato che sollevò bandiera sovietica su Reichstag. Lo scatto, icona della liberazione dal Nazismo, era una finzione

Mosca – E’ morto un pezzo di
storia: aveva 93 anni il soldato dell’Armata Rossa che
appare in una foto divenuta un simbolo, mentre aiuta a
sollevare la bandiera con la falce e il martello sul
Reichstag a Berlino nel 1945. Si chiamava Abdulkhakim
Ismailov e risiedeva nella provincia meridionale del
Dagestan (Russia). Il decesso è avvenuto per cause non
specificate, nel suo villaggio natale di Chagar-Otar.

Lo scatto, icona della liberazione dal Nazismo, era
tuttavia stato oggetto di forti polemiche quando il
fotografo Evgenij Chaldej rivelò che l’immagine era
stata una messa in scena: la bandiera, cucita da tre tovaglie,
venne messa al posto dell’originale abbattuto dai cecchini
tedeschi.

Tuttavia la foto, scattata tre giorni dopo la caduta di
Berlino nel maggio 1945, trasformò Ismailov insieme con
altri due soldati sovietici immortalati, in un
protagonista della storia

Ultime

Si decide l’Italia

Sulla punta delle baionette

Potrebbe interessarti anche