lunedì 22 Luglio 2024

Associazioni a delinquere

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored


L’invasione dimenticata della Polonia

Il 17 settembre 1939 la Russia sovietica invade e occupa a sorpresa tutta la Polonia orientale. Esattamente da due settimane Inghilterra e Francia hanno dichiarato la guerra mondiale alla Germania per “proteggere l’integrità della Polonia”. Le truppe tedesche erano entrate nel paese per ricongiungere alla Germania la città tedesca di Danzica, isolata dalla madre patria dal trattato di pace di Versailles. La reazione anglofrancese indusse Berlino a piegare l’esercito polacco e a occupare Varsavia.
La Russia colse l’occasione per annettere a sorpresa gran parte del territorio polacco. Se le ragioni tuttora addotte per giustificare quella disgraziata dichiarazione di guerra fossero state realmente legate all’integrità polacca, i regimi “di libertà” avrebbero dichiarato guerra anche a Mosca, comunista e rea dell’invasione. Non solo non lo fecero ma accettarono che tutte le terre polacche occupate dai russi diventassero parte integrante dell’Urss. La complicità criminale non si esaurì lì: alcuni reparti polacchi riuscirono a raggiungere l’Inghilterra e si schierarono in armi per l’intero conflitto rispondendo a Londra, dove si trovava anche il governo in esilio. I bravi democratici, amanti della libertà e dei diritti, consegnarono a tradimento a Stalin perfino i membri del governo loro ospite e che tanto si era prodigato per la loro causa bellica. Vennero arrestati e soppressi. Fidatevi: dei democratici e degli inglesi!

Ultime

William Tell

Ma non ha mai preso la mela

Potrebbe interessarti anche