mercoledì 24 Luglio 2024

Effet Marrazzeaux

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

 

 Vibratori, perizoma e preservativi omaggio ai deputati francesi

Proposta “indecente” per i parlamentari francesi. Negli uffici di deputati e senatori sono arrivati decine di vibratori, perizoma e preservativi. Un pacco di Natale compromettente recapitato dal primo sito di sextoys del paese. Niente di personale, però. Sotto sotto, il regalo vorrebbe essere portatore di un messaggio politico. In favore della libertà. L’iniziativa esprime infatti il “malcontento contro la censura della Prefettura di Parigi”. Qualche giorno fa a Sexyprive.com non è stato consentito di distribuire gratuitamente nelle strade del quartiere Marais un campionario dei suoi prodotti. “Era un modo innocente di farci un po’ di pubblicità”, assicura adesso l’intraprendente Vincent Lequeux, inventore del portale.
Al Prefetto della capitale l’idea invece non è piaciuta. E la manifestazione è stata vietata per motivi di ordine pubblico. Evidentemente, le autorità temevano una rissa per accaparrarsi l’ultimo gioco erotico. La decisione ha creato anche una qualche delusione tra gli appassionati del sito, che si erano già dati appuntamento per il raduno. “? assurdo – risponde Lequeux – avevamo fatto la stessa promozione per San Valentino. Tutto si era svolto nella massima allegria e serenità”. Inaugurato un anno fa per la “vendita diretta” di gadget sessuali, il sito promette sconti “fino al 50%” rispetto ai negozi. Il suo slogan è “Aumentiamo il potere d’acquisto sexy”. I clienti non mancano, oltre cinquemila acquisti al mese. Pare che ci siano ordinativi da tutta Europa.
Senza arrendersi, la società ha trovato un altro modo di farsi pubblicità. Ha impacchettato una selezione dei suoi gadget più venduti, si spera con qualche attenta differenziazione per parlamentari maschi e parlamentari femmine. Tutti, comunque, hanno avuto diritto al “cappuccio sexy”: i prodotti sono stati inseriti infatti in un cappello rosso da Babbo Natale. L’invio è stato fatto all’indomani della decisione della Prefettura di Parigi, ma i pacchi sono arrivati soltanto ieri alle due sedi del parlamento, il Senato e l’Assemblée Nationale. Ben 577 deputati e 345 senatori hanno ricevuto i sex-toys con un biglietto d’auguri. Un pacco a parte è stato recapitato al Prefetto. “Spero che nessuno la prenderà male”, dice ora Liqueux. “Vorrei soltanto che far capire che è stata una censura non autorizzare una manifestazione di puro piacere e gioco”.
Dal fronte dei parlamentari per ora non c’è stata reazione. Solo un silenzio imbarazzato. “Se vogliono – conclude Liqueux – possono leggere soltanto la nostra lettera e fare con il resto ciò che più gli piace”. Nessuna malizia, basta il pensiero.

Ultime

Estinta

Flora e fauna che scompaiono

Potrebbe interessarti anche