mercoledì 24 Luglio 2024

I bambini cattivi

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

 

gli Usa di Obama il buono sanno come trattarli

Prigionieri ragazzini picchiati, denudati e privati del sonno. I fatti risalgono al 2009 – Lo spettro di Abu Ghraib non si è dissolto con l’avvento di Obama. Le torture sui prigionieri di guerra, lungi dall’essere una pratica dell’era Bush, sono continuate anche dopo l’uscita di scena dei neocon. E’ quanto emerge da un nuovo scandalo che riguarda la famigerata prigione militare Usa di Bagram, in Afghanistan, dove nel 2002 vennero sperimentate le disumane pratiche di tortura poi esportate in Iraq.Uno scandalo ancor più infame perché riguarda due adolescenti afgani di 15 e 16 anni. I due ragazzini erano finiti nella ‘prigione nera’ di Bagram, come gli afgani chiamano la sezione della prigione gestita dalle forze speciali Usa, perché sospettati di legami con la guerriglia talebana. Una volta trasferiti in strutture detentive afgane a Kabul, i due hanno raccontato di essere stati schiaffeggiati e presi a pugni, fotografati nudi e privati del sonno mentre erano detenuti in isolamento. Il caso era stato sollevato in novembre dal Washington Post. Ora sul caso è stata aperta un’inchiesta militare.
Sacrosanto: i bimbi buoni a quelli cattivi danno le tottò

Ultime

Estinta

Flora e fauna che scompaiono

Potrebbe interessarti anche