domenica 14 Luglio 2024

I più servi sempre noi

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored


Con la scusetta pietosa della Mafia lanciamo la lotta al contante nella Ue

Banconota da 500 euro addio. Italia, Spagna, Francia, Belgio e Paesi Bassi hanno avanzato una precisa richiesta alla Commissione europea: l’estromissione totale dai circuiti di pagamento delle banconote da 500 euro.
Si tratterebbe di una misura da introdurre insieme ad altri provvedimenti finalizzati a contrastare il riciclaggio. In molti, infatti, credono che la banconota dal taglio più grande possa essere uno strumento utile per gli evasori e da qui la richiesta inoltrata alla Banca centrale europea già quest’estate tramite Position Paper.
Banconota da 500 euro: perchè se ne chiede l’abolizione.

È stata la Serious Organised Crime Agency a scoprire nel 2010 che circa il 90% delle banconote da 500 euro in circolazione in UK erano nelle mani delle organizzazioni criminali. Il problema della banconota viola è che il suo valore è troppo elevato e rischia di agevolare attività criminali come riciclaggio e traffico di droga. Da qui, cinque Paesi Ue tra cui l’Italia chiedono alla Commissione Ue “di impegnarsi con la Bce per prendere in considerazione ulteriori passi in merito alle banconote da 500 euro, compresa l’introduzione di misure volte a un’eliminazione graduale per consentire la progressiva conversione da parte del pubblico in banconote di taglio più piccolo sotto la supervisione delle banche e della Banca Centrale”.
Nel Position Paper vengono citati anche degli studi che mostrano come le banconote dal taglio grande siano ampiamente sfruttate nelle attività illecite. Sotto accusa quindi la circolazione di banconote di grosso taglio (il 30% delle banconote in circolazione sono quelle da 500 euro, nonostante non siano un mezzo di pagamento comune). I richiedenti hanno infatti ricordato alla commissione come lo stesso organo europeo nel 2016 avesse sottolineato come le banconote da 500 euro abbiano svolto un ruolo fondamentale nel finanziamento di attività terroristiche.

Sempre nello stesso anno, la Banca centrale europea aveva “tenuto conto delle preoccupazioni relative alla banconota da 500 euro e deciso di interrompere la produzione e l’emissione di banconote da 500 euro”, si legge sul Sole 24 Ore.
Tuttavia, nonostante queste evidenze, le banconote da 500 euro continuano a circolare, tanto che “le ultime statistiche di fine febbraio 2021 mostrano che sono ancora in circolazione 400 milioni di banconote, per un valore complessivo di 200 miliardi di euro”. Da qui la proposta di eliminarle in modo graduale, prevedendo anche una “progressiva conversione da parte del pubblico in banconote di taglio più piccolo”.
I cinque Paesi hanno anche richiesto a Francoforte di stabilire un limite europeo alla circolazione del contante entro i 5.000 euro, mentre al momento il limite massimo stabilito dalla Commissione è di 10.000 euro, anche se i  vari Paesi hanno già la facoltà di introdurre delle misure più stringenti (in Italia infatti il tetto massimo del contante è fissato a 2.000 euro).

Ultime

Uccidi gli italiani!

L'ordine americano

Potrebbe interessarti anche