sabato 13 Luglio 2024

Il problema sono gli speculatori

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored


Né guerra né sanzioni mettono a rischio il nostro gas

L’Italia non è in emergenza per quanto riguarda le quantità di gas a disposizione, tanto da esportarlo. E’ attiva nel delineare una proposta da portare sul tavolo europeo per andare avanti negli interventi di riduzione del prezzo del gas, incluso il tetto che finora è stato ostacolato dai veti incrociati delle cancellerie a Bruxelles. E ha convocato l’ambasciatore Sergey Razov alla Farnesina, per fare chiarezza sui sabotaggi al gasdotto Nord Stream nel mar Baltico. Una iniziativa, ha fatto sapere la Farnesina stessa, coordinata in ambito Ue.

Il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, a Mezz’ora in più di Lucia Annuziata su Rai3 ha spiegato che “l’argomento all’ordine del giorno in questo momento è chiarire la situazione dei sabotaggi” del Nord Stream, in merito aella convocazione dell’ambasciatore russo Razov alla Farnesina. “Si partirà sicuramente dal sabotaggio del Nord Stream, si farà un punto sulla guerra. Si sta parlando di un’escalation antistorica”, ha aggiunto riferendosi alle minacce atomiche, quindi “ben venga qualsiasi tentativo diplomatico costruttivo”. “Speriamo che prevalga il buon senso”, ha concluso.

Ultime

Liberatori

Bombardano

Potrebbe interessarti anche