domenica 21 Luglio 2024

Mens parva in corpore parvo

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

 Come molte italiane lasciano sfiorire la vita

Sono tre milioni gli italiani che soffrono di disturbi alimentari e sono soprattutto donne. Giovani, a volte solo bambine, l’anoressia non fa distinzioni di età. La malattia comincia a colpire già dai 14 anni, con un’incidenza dell’1,5%. Un balzo di qualità rispetto anche solo all’ultimo decennio del secolo scorso, quando l’età di esordio di queste patologie era i 17 anni. Una donna non è mai troppo magra: lo diceva già Wally Simpson, la duchessa di Windsor, in tempi non sospetti ma sembra non sia mai stato vero come oggi. I dati sono al centro del 14° congresso della Società italiana di psicopatologia in corso a Roma in questi giorni.
NUOVE PRINCIPESSE – Le nuove principesse sono le modelle che sfilano sulle passerelle dell’haute-couture. Esiste un chiaro rapporto diretto tra i modelli proposti e l’insorgere di disturbi alimentari: “Dove arriva la televisione, dove arriva l’immagine di donna, arriva l’anoressia nervosa”: il professor Gianfranco Placidi, direttore dell’Unità psichiatrica a Firenze, spiega come le vittime sono in maggioranza donne perché “il loro cervello attribuisce un fattore di stima alla magrezza, una proporzione tra peso corporeo e stima di sé”.

Ultime

Si decide l’Italia

Sulla punta delle baionette

Potrebbe interessarti anche