lunedì 4 Marzo 2024

Più una notte che mille

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Un libro sui costumi sessuali negli Emirati Arabi fa rumore

A ispirarla è stato il suo lavoro di assistente sociale nella sezione del tribunale di Dubai dove si tengono i procedimenti relativi ai divorzi. Wedad Lootah ha scritto e pubblicato a proprie spese il primo libro sull’educazione sessuale per coppie sposate mai pubblicato negli Emirati Arabi Uniti. Una volta, una donna sposata da 35 anni, che non aveva mai provato piacere nei rapporti con il marito, ha deciso di divorziare. “Era così arrabbiata e disgustata dall’egoismo del marito – spiega l’assistente sociale -. La povera donna non sapeva di poter trarre piacere trovandosi in intimità con lui”. In un’altra occasione, un uomo voleva separarsi perchè la moglie lo rifiutava a letto. Lei riteneva degradante ciò che le veniva chiesto. Secondo Lootah, sarebbe stato facile evitare questi divorzi: con una buona educazione sessuale. L’USCITA IN LIBRERIA – Ma da quando lo scorso mese è uscito in libreria, “I segreti delle relazioni sessuali delle coppie sposate” ha suscitato critiche e accuse su blog e siti web degli Emirati arabi. I critici, quasi tutti uomini, secondo il quotidiano saudita Arab News, affermano che l’argomento non dovrebbe essere discusso in pubblico. Alcuni hanno accusato Lootah di essere una peccatrice e un’infedele. Secondo il sito Arab.net avrebbe ricevuto anche minacce di morte per telefono e sarebbe stata definita su internet “una marionetta degli Stati Uniti e di Israele”. Ma ci sono anche molte voci a favore che dicono che sarebbe meglio smetterla di considerare tabù l’argomento sesso, anche per il bene dei matrimoni. AUMENTO DEI DIVORZI – Non ci sono stime ufficiali sul numero di divorzi negli Emirati, ma un sondaggio dell’Onu ha registrato un aumento del 13% tra il 2002 e il 2004, con circa 13.000 procedimenti in tribunale. Lootah è una donna devota. Indossa da più di 25 anni il velo, che le copre il volto oltre che il capo. Criticò Cherie Blair nel 2007 perché l’aveva definito una violazione dei diritti delle donne. “Indosso il velo perché credo che mi dia dignità e credo che le persone mi rispettino per questo”, disse Lootah, intervistata dal quotidiano Gulf News. L’assistente sociale ha mostrato a studiosi ed esperti di Islam le bozze del libro prima della pubblicazione. “Tra loro c’era il mufti di Dubai, che l’ha approvato”. Il suo scopo è aiutare le coppie sposate. Non è favorevole al sesso al di fuori dal matrimonio, all’omosessualità, alla masturbazione. I CONTENUTI DEL LIBRO – Il libro di 221 pagine descrive le regole del matrimonio nelle società islamiche, ma non tratta solo di giurisprudenza. Affronta con un approccio domanda-risposta aspetti assai concreti come: avere rapporti durante il ciclo, se sia consentito o meno l’uso della pornografia, fare il bagno insieme, eccetera (ma l’autrice ha dovuto eliminare oltre 100 pagine perché troppo esplicite). Vengono inoltre raccontati diversi casi reali, appresi nell’esperienza di assistente sociale in tribunale, e vi sono molti suggerimenti. Non è la prima volta che, sostenendo la necessità di un’educazione sessuale più diffusa, Lootah fa scandalo: accadde già anni fa, quando esortò le autorità a introdurre corsi di educazione sessuale nelle scuole degli Emirati. Questo libro, comunque, ha spiegato, “è destinato alle coppie che stanno per sposarsi e non agli alunni delle scuole, che necessitano di educazione sessuale, ma in un modo adatto alla loro età”.

Ultime

Come fosse una bambola

I diversi livelli del reset che coinvolge i nostri popoli

Potrebbe interessarti anche