domenica 21 Luglio 2024

Ricominceranno a rimorchiare

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored


Smart working verso l’addio

Chi si è abituato allo smart working potrebbe presto avere un brusco risveglio. La quantità di annunci di lavoro da remoto su LinkedIn è in calo, secondo i nuovi dati diffusi dalla piattaforma. Negli Stati Uniti, ad esempio, la quota di offerte di posti di lavoro da remoto è diminuita del 5% da aprile, in forte calo dal picco del 20% raggiunto durante la pandemia. Un trend simile è stato registrato anche nel Regno Unito, dove i lavori a distanza rappresentano il 14,6% delle offerte, ma ottengono il 20,2% delle domande totali e in India (l’11,3% delle offerte totali, contro il 20,3% delle domande).

Sebbene le percentuali appena viste, mostrino un livello superiore a quello pre-pandemia, si tratta di un chiaro segnale che le cose stanno cambiando. “I professionisti apprezzano sempre di più la flessibilità sul posto di lavoro, che compare costantemente tra le priorità dopo la retribuzione, insieme allo sviluppo delle competenze e all’equilibrio tra lavoro e vita privata”, ha detto alla CNBC Josh Graff, amministratore delegato per le regioni Emea (Europa, Medio Oriente e Africa) e America Latina di LinkedIn.

Ultime

Si decide l’Italia

Sulla punta delle baionette

Potrebbe interessarti anche