lunedì 4 Dicembre 2023

Saremo Tariconi.

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Grande Fratello: iniziano i provini. Qualche migliaio di persone (molti i quarantenni, evidentemente incapaci di invecchiare dignitosamente) in fila ai cancelli degli studi romani. Dopo cinque ore scoppia anche la rissa. Ma per divenire divetti della carovana Costanzo-De Filippi la gioventù italica affronta questo ed altro.

ROMA – Casting con rissa. Il Grande Fratello 5 non è ancora iniziato e già fa parlare di sé. Questa mattina alle 9 davanti ai cancelli di Cinecittà in fila per i provini del reality show c’era qualche migliaio di persone. Dopo circa cinque ore, però (e solo 500 provini effettuati), sarà per il caldo, la sete, la fila interminabile o semplicenente l’ansia da provino, si è scatenato il putiferio: gli aspiranti ‘inquilini’ hanno buttato giù le transenne, intonato cori di protesta e dato inizio a qualche rissa, tanto che gli organizzatori sono stati costretti a chiamare il 113 per riportare la calma. E’ dovuta arrivare anche l’autombulanza per soccorrere chi, per il solleone e la ressa, ha perso i sensi.

I disordini sono comunque terminati quasi subito, tanto che l’auto della polizia e le quattro dei carabinieri hanno deciso di andare via per evitare di alimentare ulteriormente le tensioni. Secondo le forze dell’ordine nel primo pomeriggio erano ancora 1500 gli aspiranti ancora fuori dai cancelli, mentre circa 500 sono già andati via dopo essere stati scartati al provino. Solo una trentina di candidati avrebbero passato la prima selezione. In questo caso sosterrano – forse in giornata – un secondo provino più approfondito.

“Solo nella mattinata se ne sono presentati tremila”, ha detto Eliana Bosatra, responsabile casting di Endemol, società produttrice insieme a Mediaset della trasmissione. “Considerando che andiamo avanti fino alle 19 di domani, l’affluenza è notevole. Lo scorso anno abbiamo provinato oltre 20mila persone”.


Stando agli organizzatori, quest’anno si è alzata l’età media della gente che si candida a partecipare al Grande Fratello. Fioccano, insomma, le mamme e gli eterni Peter Pan. Molti sono anche i cloni: finti Bob, simil-Patrik e così via. Per il resto si tratta quasi sempre di trentenni stanchi della solita vita e in cerca della svolta. Ma il fingersi personaggi non paga. Il Grande Fratello cerca “qualcuno simpatico, che abbia una padronanza di se’, anche negli eccessi. Che sia estroverso o esagerato, molto bello o brutto”. E che eviti le banalità del tipo: “Vengo qui per mettermi alla prova”.

Dopo la “due giorni” romana, il casting farà tappa a Milano, Napoli, Catania, Verona, Cagliari e Genova. Per scrutinare altri visi abbronzati, braccia tatuate, capelli tinti e rughe di troppo. Tutti in cerca di notorietà come Teresa Pandolfi, prossima ai 34 anni, ex modella: “Sono separata e ho un figlio di 14 anni. Voglio dare una svolta alla mia vita”.


Ultime

La dea bendata sconfigge anche la burocrazia

Senza tetto plurimilionario

Potrebbe interessarti anche