giovedì 25 Luglio 2024

Spy Story 1. Toh, guarda: non davamo i numeri

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

La presunta spia israeliana al Pentagono aveva rapporti privilegiati con terroristi islamici e con formazioni iraniane. Scontro di civiltà ?

Lerry Franklin, l’uomo del Pentagono accusato di essere una spia israeliana, sottosegretario alla difesa nei servizi di Douglas Feith, del team di Paul Wolfowitz, avrebbe avuto dei canali privilegiati con l’Iran, la cui istituzione risalirebbe ai tempi dell’Irangate sin dalla crisi degli ostaggi (1979).


Insieme a William Luti avrebbe gonfiato le informazioni relative all’11 settembre per giustificare l’intervento in Iraq.


La correggia di trasmissione di dati riservati tra gli Usa e Israele sarebbe, secondo il Washington Post, l’AIPAC (American Israel Pubblic Affaire Committee).


In particolare sono sotto esame i contati tenuti tra Franklin, il suo collega Harold Rhode ed alcuni gruppi terroristici iraniani, già presenti al tempo dell’Irangate, che farebbero capo a Manucher Ghorbanifar



Ultime

IX Incontro Europeo dei Lanzichenecchi

Giorno inaugurale

Potrebbe interessarti anche