martedì 16 Aprile 2024

11 settembre, ed ora il marchio della bestia.

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Un codice a barra a impianto sottocutaneo per registrare l’identità di ogni individuo, oramai androide: questa la migliore trovata per dare corpo a quella “civiltà” che si sarebbe scontrando con la barbarie… Ufficialmente per combattere il terrorismo, questa misura spiega in realtà una delle ragioni per cui è stato alimentato il terrorismo laddove si puote quel che si vuole

WASHINGTON – Ci aveva gia’ pensato Steven Spielberg in ‘Minority Report’. Il governo messicano ne ha munito un migliaio di persone, tra cui 200 funzionari del Ministero della Giustizia, per proteggere informazioni riservate. Una discoteca di Barcellona, in Catalogna, l’ha offerta ai propri clienti come dispositivo per prepagare le consumazioni.
Ora tocca agli Stati Uniti, dove la carta di identita’ sottocutanea, con un microchip grande come la capocchia di uno spillo impiantato nell’avambraccio sta diventando realta’.
La Food and Drug Administration (Fda) statunitense, l’agenzia federale che da’ il via libera o boccia i nuovi medicinali, ha autorizzato oggi la commercializzazione del VeriChip, una vera e propria carta di identita’ in miniatura, da portare su di se’ in maniera permanente.
Per il momento il VeriChip, messo a punto dalla Applied Digital, una societa’ di Delray Beach in Florida , servira’ soprattutto a medici e pazienti, perche’ conterra’ informazioni come il gruppo sanguigno, la lista dei medicinali non tollerati, eventuali allergie o diabete.
Ma, visto l’allarme terrorismo che continua ad incombere sugli Stati Uniti, se il sistema si confermera’ affidabile e sicuro, il prossimo passo sara’ quello dei documenti di identita’ (cioe’ la patente di guida negli Usa) e forse anche dei passaporti, in un secondo tempo.
Il VeriChip non piace molto alle organizzazione di difesa dei diritti civili, convinte che attraverso la nuova e futura carta di identita’ elettronica, le liberta’ saranno di nuovo a rischio.
COME I CODICI A BARRA – Il sistema funziona in modo analogo a quello dei codice a barra, con uno speciale lettore ottico in grado di leggerne le informazioni.
Il microchip e’ praticamente indistruttibile e non e’ pericoloso per la salute, ha stabilito l’Fda. E’ contenuto in una speciale minicapsula in polietilene, un materiale inerte che si incolla alla pelle e permette al VeriChip di rimanere al suo posto.
Il VeriChip non possiede batterie, non

Ultime

Out of Africa

L'Europa deve puntare pesantemente lì

Potrebbe interessarti anche