domenica 14 Aprile 2024

Brutte notizie per i gufi

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Israeliani e americani speravano di vederlo presto morto, giù quindi a parlare di malattia incurabile, perdita delle facoltà mentali ecc.. Ma invece Yasser Arafat potrebbe salvarsi a dispetto di quanti lo volevano già sotto terra. Ed ora si sporcheranno le mani come hanno fatto per lo sceicco Yassin?

PARIGI – La malattia di Arafat è seria ma curabile. E’ il primo verdetto dei medici parigini che stanno trattando l’anziano presidente palestinese. E’ arrivato nella notte dopo che, ieri, da più fonti erano venute voci di segno diverso. La Cnn, ad esempio, aveva parlato di leucemia e di un Arafat “non più in possesso delle sue facoltà mentali”. Poi c’erano state smentite e notizie più tranquillizzanti dall’entourage del leader palestinese e dalla rappresentante dell’Anp in Francia, Leila Shahid, durante una conferenza stampa volante davanti all’ospedale militare. La stessa Cnn aveva parlato di “notizie contrastanti”.

Il presidente palestinese Yasser Arafat, secondo i risultati degli ultimi esami medici, non soffre di una malattia che potrebbe avere esiti mortali e che quindi è curabile. Lo ha reso noto il consigliere presidenziale Nabil Abu Rudeina.

Arafat è stato sopposto ieri a una serie di test medici in un ospedale militare in Francia. Rudeina ha aggiunto che i medici hanno effettuato esami sulla leucemia e hanno scoperto che il presidente palestinese non ha questa malattia del sangue.
Un’altra fonte ha detto che i medici stanno esaminando la possibilita che ci siano di infezioni virali o sintomi di avvelenamento. I risultati finali dei test medici saranno resi noti mercoledì prossimo.

Chi invece mostra di non avere dubbi è Ariel Sharon.”Se dovesse morire Arafat non sarà sepolto a Gerusalemme” dice il premier israeliano. Che non intende rivedere i suoi progetti relativi a un ritiro unilaterale da Gaza nemmeno all’ indomani della partenza dalla Cisgiordania di Arafat.

Ultime

Inizia la storia della mezza verità

La vetrina dell'affare Moro

Potrebbe interessarti anche