sabato 22 Giugno 2024

Elly come Eco

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored


Ha anch’essa il suo ur-fascismo. E, malgrado le posizioni ufficiali, parla come Lavrov o Medvedev

Bisogna ricordare l’antifascismo italiano “in un momento come questo, dove vediamo troppi pericolosi rigurgiti di nazionalismo e soprattutto di negazionismo della storia, con pensiero che possiamo ancora definire fascista”.
È duro e non fa sconti l’attacco al governo sferrato dalla segretaria del Partito Democratico Elly Schlein che, estendendo oltre confine la sua estate militante, è intervenuta al congresso del Partito Socialista svizzero.
Schlein ha voluto evidenziare il pericolo dei nazionalisti che “si rafforzano tra loro, con la stessa retorica di odio, di muri e di intolleranza” e che scelgono “un nemico al giorno, che è lo stesso in Svizzera, lo stesso in Italia, lo stesso nel resto d’Europa, e sono le persone diverse”. A essere bersagliate sono perciò “le donne troppo emancipate, la comunità Lgbtq+, sono le persone migranti, oggi sono gli ecologisti”. Ed è lo stesso odio che muove i nazionalismi, però, a metterli “gli uni contro gli altri dalle parti opposte dei muri che vogliono costruire” ha detto ancora Schlein, per la quale un esempio in proposito è “il fallimento di quel tentativo di Giorgia Meloni di mediare con i suoi alleati nazionalisti: la Polonia, l’Ungheria di Orbàn”.

Ultime

E Roma fu salva!

Chi la dura la vince

Potrebbe interessarti anche