lunedì 4 Marzo 2024

Fuckingham Driver

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

 

Corsa mortale davanti alla regina d’Olanda

APPELDOORN (OLANDA) – Un vero e proprio (fallito) attentato contro la famiglia reale olandese. Durante la parata della famiglia reale che si stava svolgendo in occasione della Festa della regina in Olanda, nel paese di Apeldoorn una macchina, tentando di colpire il bus con a bordo la regina e i suoi familiari, ha investito un gruppo di persone presenti alla parata uccidendo 4 persone e ferendone 13, di cui 8 in maniera grave. La dinamica dell’incidente deve ancora essere totalmente chiarita, ma secondo i filmati e diversi testimoni la macchina, sbucata dal nulla ha tentato di raggiungere il pullman su cui viaggiava la famiglia reale. Il conduttore dell’automobile, anch’egli rimasto ferito, è stato arrestato. “Sua Maestà la Regina è molto scioccata dall’avvenimento e partecipa al dolore delle vittime e dei loro cari” ha annunciato la Casa reale con un comunicato. Immediatamente cancellati tutti gli eventi organizzati per celebrare la Regina.

INTERVIENE L’ANTITERRORISMO – Appena dopo che era appena passato il pullman con la famiglia reale diretto verso il palazzo Loo, poco prima di mezzogiorno, un’auto (una Suzuki Swift nera), ha superato le barriere investendo un gruppo di persone che stava assistendo alla parata e si è schiantata contro un monumento sul bordo della strada. Subito dopo lo scontro il timore di un attentato ha messo in allerta anche il coordinamento nazionale per la lotta al terrorismo intervenuto sul posto. Gli uomini dell’anti-terrorismo sono intervenuti per garantire la sicurezza della famiglia reale.

ATTO DELIBERATO, SI VOLEVA COLPIRE LA FAMIGLIA REALE – “Abbiamo ragione di credere che si sia trattato di un atto deliberato”, ha detto il giudice inquirente, L. Goossens, nel corso di una conferenza stampa. Il 38enne autore del folle gesto, rimasto ferito, è stato arrestato. Gossens ha comunque escluso una matrice terroristica: “Non ci sono indicazioni (per pensare) al terrorismo”. L’uomo che era alla guida della Suzuki nera, ha aggiunto Goossens, è un cittadino olandese, figlio di olandesi. Non ha precedenti penali, nè ha avuto in passato problemi di natura psichica. Gossens ha però precisato che il vero obiettivo dell’uomo era il bus su cui viaggiava la famiglia reale.

Atto terroristico o perduto controllo del mezzo? Di certo se si parla per un po’ di terrorismo aumenta lo share e le pubblicità saranno contente.

Ultime

Come fosse una bambola

I diversi livelli del reset che coinvolge i nostri popoli

Potrebbe interessarti anche