lunedì 26 Febbraio 2024

Il troppoppio stroppia

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

 

La missione internazionale ha talmente favorito la moltiplicazione dei campi in Afghanistan che ora rendono meno e bisogna distruggerne un pò

Calo del 22 percento nelle coltivazioni e del 10 percento nel raccolto. Ma non è merito delle campagne antidroga. Il rapporto annuale delle Nazioni Unite sulla produzione di oppio in Afghanistan, pubblicato dall’Unodc, conferma le previsioni di un ulteriore calo dell’estensione delle piantagioni di papavero da oppio e del tariàk, l’oppio grezzo in lingua locale. I campi di papavero, che nel 2008 coprivano 157 mila ettari, quest’anno sono diminuiti del 22 percento, passando a 120 mila ettari. Il numero delle provincie produttrici di oppio è sceso da 20 a 18: Kapisa e Baghlan sono divenatte ‘poppy free’. Più modesto il declino del raccolto 2009 a causa della maggior produttività delle piante: dalle 7.700 tonnellate dell’anno scorso alle 6.900 di quest’anno, ovvero 10 percento in meno. Notevole il calo di coltivazione nella provincia di Helmand, la ‘capitale’ dell’oppio, dove le piantagioni di papavero sono diminuite di un terzo grazie al progetto delle ‘Food Zone’ (sementi alternative e sostegno per la vendita ai contadini che abbandonano l’oppio) sperimentato dal governatore provinciale, Gulab Mangal. Prosegue anche il calo del prezzo dell’oppio, sceso mediamente di un terzo rispetto all’anno scorso. Questa è la vera causa del calo di produzione a cui si assiste. Jean-Luc Lemahieu, direttore in Afghanistan dell’Unodc, ha spiegato a PeaceReporter che la diminuzione che si registra dopo il record di due anni fa non è il risultato della campagna antidroga, ma l’effetto delle leggi di mercato: dal 2004, infatti, l’Afghanistan produce molto più oppio di quello che il mercato mondiale può assorbire, quindi i prezzi sono crollati rendendo necessario un rallentamento della produzione per riequilibrare domanda e offerta.

e pensare che ci hanno messo in piedi una guerra per difenderne la produzione. Ma i militari, si sa, di fondamentali di economia non hanno mai capito molto. E dire che le droghe sintetiche costano assai meno…

Ultime

Il fascismo inglese

Ricordiamo l'opera di Oswald Mosley

Potrebbe interessarti anche