sabato 15 Giugno 2024

In fila indiana

Più promettente della Cina

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Il Fondo Monetario Internazionale ha alzato le previsioni di crescita dell’Asia per il 2024, rimanendo ottimista sulla crescita dell’India e sottolineando la necessità di maggiori stimoli da parte della Cina. La revisione al rialzo riflette i miglioramenti per la Cina, dove il FMI si aspetta che gli stimoli politici forniscano sostegno.

FMI: Asia crescerà nel 2024
Il FMI prevede ora che l’economia asiatica crescerà del 4,5% quest’anno, con un aumento di 0,3 punti percentuali rispetto a sei mesi prima. Le previsioni per il 2025 sono rimaste invariate al 4,3%
“Le prospettive per l’Asia e il Pacifico nel 2024 sono migliorate: ora ci aspettiamo che l’economia della regione rallenti meno di quanto previsto in precedenza, poiché le pressioni inflazionistiche continuano a dissiparsi”, ha scritto Krishna Srinivasan, direttore per l’Asia e il Pacifico del Fondo monetaria internazionale.
Il FMI ha inoltre definito l’India “la grande economia a più rapida crescita del mondo”, dove “gli investimenti pubblici rimangono un importante motore”. L’India è attualmente la quinta economia mondiale con un PIL di 3.700 miliardi di dollari e punta a diventare la terza entro il 2027.
Secondo Srinivasan del FMI, il forte consumo privato continuerà a guidare la crescita negli altri mercati emergenti dell’Asia. Il FMI ha attribuito alla stretta monetaria, al calo dei prezzi delle materie prime e alla riduzione delle interruzioni della catena di approvvigionamento il merito di aver ridotto l’inflazione in Asia nonostante l’elevata crescita della domanda.

Imperativo attenuare la crisi immobiliare cinese
Secondo il FMI, il rischio maggiore per l’economia asiatica è una correzione prolungata del settore immobiliare cinese. Ciò indebolirebbe la domanda e aumenterebbe le probabilità di una deflazione prolungata, aumentando le possibilità di colpire altre economie attraverso “ricadute commerciali dirette”.
“Ciò significa che la risposta politica della Cina è importante, sia per se stessa che per l’intera regione”, ha scritto Srinivasan nel blog.
La Cina ha bisogno di un pacchetto di politiche che “acceleri l’uscita dei costruttori immobiliari non vitali, promuova il completamento dei progetti immobiliari e gestisca i rischi di indebitamento delle amministrazioni locali”, ha affermato il FMI. Il FMI ha sottolineato che lo stimolo fiscale della Cina in ottobre e marzo ha contribuito ad alleviare l’impatto del calo dell’attività manifatturiera e del rallentamento dei servizi.
All’inizio di quest’anno, il FMI ha dichiarato di aspettarsi che la più grande economia asiatica crescerà del 4,6% nel 2024. La proiezione è stata preceduta da dati che hanno mostrato che l’economia cinese è cresciuta del 5,2% lo scorso anno, raggiungendo l’obiettivo ufficiale di circa il 5%.

Ultime

Almas ardiendo

Quando nascono gli eroi

Potrebbe interessarti anche