martedì 27 Febbraio 2024

Lama docet

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

A Torino i Cobas defenestrano i sindacalisti. Quale buon senso!

Si è conclusa, tra momenti di tensione, la manifestazione dei lavoratori del gruppo Fiat a Torino. I Cobas, saliti sul palco, hanno impedito al segretario generale della Fim, Giuseppe Farina, di concludere il suo intervento. Ci sono stati spintoni, sopra e sotto il palco.
Il segretario generale della Fiom, Gianni Rinaldini, è rimasto coinvolto nella protesta dei Cobas. Rinaldini è stato tirato giù dal palco. Ha poi lasciato la manifestazione, accompagnato dal numero uno della Fiom torinese, Giorgio Airaudo, tra gli applausi dei lavoratori.
“E’ stato un episodio deplorevole, costruito in modo organizzato, che non può in alcun modo oscurare la grande manifestazione che si è svolta oggi a Torino”. Così il segretario generale della Fiom, Gianni Rinaldini, ha commentato le contestazioni dei Cobas, durante la manifestazione dei lavoratori Fiat, che lo hanno coinvolto. “Soprattutto – ha aggiunto Rinaldini – non può oscurare il suo significato. E cioé la grande unità dei lavoratori di tutti gli stabilimenti Fiat, dal Sud al Nord del Paese”.

La Cgil è da decenni una casta che ha traghettato i lavoratori alla rovina, per cui se i Cobas possono anche non avere ragione in quel che propongono, visto che la fiducia nasce dall’esperienza, è molto difficile che i baroni rosso-rosa non abbiano torto nel modo più assoluto.

In ogni caso la reazione di ieri, a prescindere dallo specifico e dalle ragioni dei contendenti, significa che la gente ne ha abbastanza di esser presa per il culo.

 

Ultime

Dalla spada nella roccia

alla pianura padana

Potrebbe interessarti anche