domenica 14 Aprile 2024

LaNigeria: un’arteria del narcotraffico che produce petrolio

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

Minacce anche all’Agip. La guerriglia nigeriana balza agli onori della cronaca del Cnn-world. Caos globale organizzato ?

I ribelli nigeriani dell’entia Ijaw, che combattono contro le forze governative nella zona di Port Harcourt, hanno minacciato di lanciare un’offensiva in tutta la regione del delta ricca di giacimenti di petrolio, per costringere l’esecutivo di Abuja ad avviare riforme. Diversamente continueranno a combattere fino alla conquista della piena sovranita’. Il leader dei ribelli, Mujahid Dakubo-Asari, ha incluso negli obiettivi gli impianti e il personale dell’Agip e ha accusato la societa’ dell’Eni di mettere a disposizione i suoi elecotteri alle forze governative per spiare i movimenti della guerriglia. Un portavoce dell’ente petrolifero italiano ha cosi’ commentato la notizia. “Non abbiamo ragione di credere che vi siano situazioni di pericolo per le strutture e gli uomini dell’Eni. La produzione prosegue regolarmente”. Riguardo l’accusa di mettere gli aviomezzi a disposizioni dei militari nigeriani, la fonte ha assicurato che “gli elicotteri sono impiegati esclusivamente per le attivita’ dell’Eni”.


Ultime

Inizia la storia della mezza verità

La vetrina dell'affare Moro

Potrebbe interessarti anche