giovedì 22 Febbraio 2024

Lavoratori…

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

000
22 milioni circa i disoccupati nell’Unione Europea.

 

La disoccupazione in Europa continua a crescere: lo scorso giugno le persone senza lavoro nei 16 Paesi di Eurolandia sono arrivate ad essere il 9,4% della popolazione attiva, contro il 9,3% di maggio e il 7,5% del giugno 2008. Eurostat segnala che si tratta del tasso di disoccupazione più elevato mai registrato dal 1999. In Eurolandia, rispetto a un anno fa, ci sono oggi 3,170 milioni di persone in più senza lavoro che diventano oltre 5 milioni nell’Ue a 27, dove il tasso di disoccupazione, lo scorso giugno, è arrivato all’8,9% contro l’8,8% di maggio e il 6,9% del giugno 2008. Secondo le stime di Eurostat, alla fine di giugno le persone senza lavoro nei 16 Paesi della zona euro e nei 27 dell’Ue sono arrivare ad essere rispettivamente 14,896 milioni e 21,526 milioni.

I più colpiti sono sempre i giovani, con un tasso del 19,5% nell’area euro e del 19,6% nell’Ue. Un anno fa era rispettivamente al 15,2% ed al 15,1%. Il che vuol dire che sono loro ad aver pagato il maggior prezzo della crisi. Con un 7,4%, che risale tuttavia al mese di marzo, l’Italia si colloca nettamente al di sotto della media, come anche per le donne con un 9,5% che risale tuttavia al mese di aprile, a fronte di un 9,7% per l’area euro e di un 8,9% per l’Ue. Il numero di nuovi disoccupati non supera i 246.000 nell’Ue dei quali 14.896 nell’area euro. Sia pure per un soffio, non solo l’Ue ma anche l’area euro registrano un dato migliore di quello degli Usa che arrivano ad un 9,5%, ma peggiore di quello del Giappone (5,2%).

 

Ultime

Furbetta artificiale

Posti a rischio a valanga, almeno nella prima fase

Potrebbe interessarti anche