domenica 21 Aprile 2024

Libertà, cos’eri mai ?

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

La superdemocrazia tecnologica globale fa passi avanti ogni giorno nel senso dell’uniformazione e dello svuotamento di libertà. L’ultima ? Il passaporto per cani.

FIUMICINO (ROMA) – Si chiama Teddy ed e’ un piccolo yorkshire di 6 mesi il primo cane partito dall’ aeroporto intercontinentale di Fiumicino con regolare passaporto dell’ Unione Europea. Da ieri, infatti, sono scattati anche nello scalo romano le nuove disposizioni in vigore per tutti i proprietari di cani, gatti e furetti in partenza in aereo con i loro animali al seguito, obbligati ad esibire il documento dell’ amico a quattro zampe al momento delle operazioni di check-in. Cosi’ Thomas e Andrea, i due giovani proprietari di Teddy, in partenza per Budapest alle 9.55 con il volo Alitalia AZ7524, hanno effettuato la nuova trafila prevista.
”Non abbiamo incontrato nessun disagio – hanno raccontato sorridendo i due ragazzi poco prima di imbarcarsi – appena arrivati ci siamo presentati al banco accettazione con Teddy, che essendo di piccola taglia puo’ viaggiare con noi a bordo nell’ apposito ‘trasportino’, e l’impiegato si e’ limitato a chiederci di esibire il documento dell’animale sul quale, oltre ai dati anagrafici, sono indicati anche il colore del manto, l’altezza al garrese e la razza, mentre la foto non e’ obbligatoria. Se la riteniamo una disposizione giusta? Certo – hanno risposto senza esitare Thomas e Andrea – anche perche’ in questo modo sara’ piu’ semplice identificare e rintracciare rapidamente i cani (grazie ad un numero inserito in un’apposita anagrafe informatizzata, ndr), oppure di denunciare quelle persone senza cuore che li abbandonano, visto che i dati su questo fenomeno, soprattutto durante l’estate, sono sempre in aumento”.

Ultime

Buon Natale!

XXI aprile 753 a.C.

Potrebbe interessarti anche