lunedì 4 Marzo 2024

London made

Più letti

Global clowns

Note dalla Provenza

Colored

 

Strategia della tensione, prima vittima Enrico Mattei

L’uomo che guardava al futuro: con questo titolo va in onda su Rai Uno la fiction su Enrico Mattei. Ma ai suoi tempi, per i sussiegosi e pragmatici funzionari della diplomazia britannica, più che guardare al futuro il capo dell’Eni era l’uomo che intralciava il loro presente. Anzi, seriamente e decisamente lo minacciava.
Fino al punto di…? Alt, no, questo non si può dire. Anche se il cospicuo dossier arrivato in Italia include carte a loro modo profetiche – tipo la fotocopia di un articolo del Financial Times che a due giorni dalla morte di Mattei si chiede se questi “dovrà andarsene” (Will signor Mattei have to go?) – i documenti recuperati da Mario J. Cereghino negli archivi britannici non autorizzano forzature, né automatismi cospirativi. Eppure, a meno di tre mesi dall’incidente aereo di Bascapé, 27 ottobre 1962, in un documento classificato come “segreto”, dal ministero dell’Energia scrivono al Foreign Office: “L’Eni sta diventando una crescente minaccia agli interessi britannici. Ma non dal punto di vista commerciale […] La minaccia dell’Eni si sviluppa, in molte parti del mondo, nell’infondere una sfiducia latente nei confronti delle compagnie petrolifere occidentali”. Insomma, l’Eni incoraggia “l’autarchia” energetica a scapito dell’Inghilterra.

Ultime

La bambola

I diversi livelli del reset che coinvolge i nostri popoli

Potrebbe interessarti anche